Oltre 530 iscritti alla 13ª edizione di Musica da Bere

La giuria è ora in ascolto dei brani inviati. I finalisti saranno annunciati entro il 12 agosto 2022.

Intervista su Indie Vision – come nasce il concorso musicale dedicato ai giovani talenti

Alfredo Cadenelli, presidente dell’Associazione culturale il Graffio, è stato intervistato dalla redazione di Indievision per parlare del concorso e dell’importanza di promuovere la musica emergente.

Il Bloom di Mezzago entra nella rete di Musica da Bere

Lo storico club lombardo che ha ospitato nei suoi 35 anni di attività i protagonisti della scena alt rock italiana e internazionale, è entrato a far parte della Rete MdB 2022.

Aperte le iscrizioni alla 13ª edizione di Musica da Bere

In palio 4.000 € e 10 date live. Finali a settembre alla Latteria Molloy di Brescia

#LAMUSICADELFUTURO. Riaprono, dal 2 maggio al 19 giugno 2022, le iscrizioni a Musica da Bere,c oncorso musicale dedicato ai giovani talenti emergenti ideato e organizzato dall’Associazione Culturale Il Graffio. Giunto alla sua tredicesima edizione, il contest ha coinvolto negli anni oltre 3.500 progetti artistici provenienti da tutta Italia e premiato artisti del calibro di Iosonouncane, La Rappresentante di Lista, I’m not a Blonde, Her Skin, Ettore Giuradei, Nervi e molti altri.

L’edizione 2021, andata in scena lo scorso settembre sul paco dello Spazio Polaresco di Bergamo, ha visto trionfare Nòe (Primo Premio) e Dellacasa Maldive (Premio Live), che insieme agli altri progetti finalisti hanno condiviso il palco con gli ospiti I Hate My Village e Ministri.


Le iscrizioni, aperte fino al 19 giugno 2022, sono riservate ad artisti solisti e gruppi autori ed esecutori di brani originali, di propria composizione. L’iscrizione può essere effettuata collegandosi al sito www.musicadabere.it e compilando l’apposito form: verrà richiesto l’invio di 3 brani e un contributo di 30 €.

La giuria del concorso ascolterà e valuterà tutti gli iscritti e annuncerà, entro il 12 agosto 2022, i nomi dei 6 progetti finalisti, che avranno la possibilità di suonare dal vivo a settembre durante le serate finali di Musica da Bere 2022.

Le iscrizioni alla 13ª edizione sono aperte dal 2 maggio al 19 giugno 2022 e sono riservate ad artisti, solisti o gruppi, autori ed esecutori di brani originali di propria composizione. In palio un montepremi di 4.000€.

Contest musicisti emergenti band musicali 2022 concorso musicale premio concorso musicale musicisti emergenti

Premio MdB 2021

Il vincitore del Primo Premio si aggiudicherà un premio in denaro complessivo di 2.500 € e la possibilità di esibirsi sul palco di 4 Live Club e Festival della rete festival di Musica da Bere 2022.

Premio Live MdB 2021

Il vincitore del Premio Live 2022 si aggiudicherà un premio in denaro complessivo di 1.500 € e la possibilità di esibirsi sul palco di 6 Live Club e Festival della rete festival di Musica da Bere 2022.

Le serate finali di Musica da Bere si terranno a settembre 2022 e torneranno negli spazi della Latteria Molloy di Brescia, luogo di sperimentazione e aggregazione dedicato a musica dal vivo, teatro, cinema, presentazioni di libri, mostre, dj set e tanto altro. Un punto di riferimento nel panorama artistico bresciano che ha ospitato negli anni numerosi artisti di fama nazionale.

Musica da Bere - Aperte le iscrizioni al concorso musicale per musicisti emergenti 2022

Nella Rete festival di Musica da Bere 2022: Anfiteatro del Venda (Galzignano Terme, Padova), Coopera Village (Noci, Bari), Diluvio Festival (Ome, Brescia), Rock sul Serio (Villa di Serio, Bergamo), Reload Sound Festival (Biella), Germi Luogo di Contaminazione (Milano), Farcisentire Festival (Scisciano, Napoli), e Musicastrada Festival (festival itinerante nelle province di Pisa e Livorno). Immancabile la collaborazione di KeepOn Live, l’associazione di categoria dei Live Club e Festival Italiani.

Musica da Bere è organizzato dall’Associazione Culturale Il Graffio con la collaborazione di Latteria Molloy, Doc Servizi, KeepOn Live e il sostegno di InfinityID e Regesta, SPIGO e Spigolandia – i negozi dell’usato di Rete CAUTO.

Sarà un’edizione stellare!

I vincitori di Musica da Bere 2021

Nòe è la vincitrice del Primo Premio di Musica da Bere 2021. A Dellacasa Maldive il Premio Live

Sabato 11 e domenica 12 settembre, sul palco dello Spazio Polaresco di Bergamo, sono andate in scena le finali di Musica da Bere 2021, concorso musicale rivolto a solisti e band emergenti, ideato dall’associazione bresciana Il Graffio.  

La giuria del concorso, giunto quest’anno alla dodicesima edizione, ha ascoltato e valutato i 6 progetti finalisti, selezionati fra 550 iscritti, assegnando il Primo Premio a Nòe e il Premio Live a Dellacasa Maldive.  

Nòe, cantautrice siciliana di stanza a Milano, muove i primi passi nel mondo della musica nel 2016, pubblicando il singolo “Non lo so” e un ep autoprodotto.  Ai primi concerti da busker in giro per l’Italia seguono numerose partecipazioni a prestigiosi festival e premi (Meeting del Mare, Musicultura, Farcisentire, Indiemood, Reset Festival)  fino ad approdare sul palco dell’Arena di Verona, premiata dal Festival Show. Il suo ultimo singolo “Farei anche un figlio”, prodotto da Fabio Gargiulo e pubblicato da Freecom Music, egna l’inizio di un nuovo progetto dove sonorità elettroniche si mescolano a influenze classiche e folk. 

La giuria di Musica da Bere ha motivato così l’assegnazione a Nòe del Primo Premio: “Per la sua versatilità nel proporre un repertorio in continua evoluzione, per capacità di dominare il palco, coinvolgendo attivamente il pubblico e per la cura e l’attenzione nell’esecuzione degli arrangiamenti”.  La cantautrice riceverà un premio in denaro del valore complessivo di 2.500 €, avrà la possibilità di usufruire di una giornata di registrazione gratuita negli studi bresciani di IndieBox Music Hall e si esibirà sul palco di 4 festival e live club partner del concorso. 

Nòe è la vincitrice del contest Musica da Bere 2021. A Dellacasa Maldive il Premio Live.

Il Premio Live è stato assegnato a Dellacasa Maldive, progetto di musica italiana di Riccardo Dellacasa, in bilico fra elettronica, psichedelia e lo-fi. Dopo l’esordio discografico, “Amore Italiano” (La Valigetta 2019), il giovane polistrumentista lombardo ha in cantiere un nuovo album, in arrivo il prossimo autunno.  La giuria di Musica da Bere è stata colpita dalla “freschezza della sua proposta e dalla vivace presenza scenica, espressione di una potenzialità da esprimere live”.  Dellacasa Maldive avrà la possibilità di suonare sul palco di 6 festival e live club partner del concorso e riceverà un premio in denaro del valore complessivo di 1.500 €. 

Oltre alle esibizioni degli altri artisti finalisti, Diorama (Puglia), followtheriver (Liguria), Tōru (Toscana) e Wime (Piemonte), le serate finali del concorso sono state impreziosite dalle esibizioni degli ospiti I Hate My Village Ministri, premiati con le Targhe Musica da Bere 2021.  

Chiusura sulle note della “Canzone del Pane” dei Camillas ricordando Mirko “Zagor Camillas” Bertuccioli, amico e presentatore di Musica da Bere scomparso lo scorso anno, a cui è dedicato il concorso.  

Musica da Bere è organizzata dall’Associazione Culturale Il Graffio con la collaborazione e il supporto di Doc Servizi, Spazio Polaresco, Latteria Molloy. Partner: IndieBox Music, KeepOn Live, Azienda Vinicola Trabucchi d’Illasi, Cantina Fratelli Trevisani, Toscolano Paper.  Festival Partner: Anfiteatro del Venda, Coopera Village, Diluvio Festival, Farcisentire Festival, Germi Luogo di Contaminazione, Musicastrada Festival, Reload Sound Festival e Rock sul Serio. Media partner: Le Rane, IndieVision, Più o Meno POP, Sei tutto l’indie di cui ho bisogno. 

Il programma di Musica da Bere 2021

In scena i prossimi 11 e 12 settembre sul palco dello Spazio Polaresco di Bergamo le serate finali di Musica da Bere 2021, concorso musicale rivolto a solisti e band emergenti, ideato dall’associazione bresciana Il Graffio e giunto quest’anno alla sua dodicesima edizione.

I 6 finalisti del concorso, selezionati tra 550 iscritti provenienti da tutta Italia, sono: dellacasa maldive (Lombardia), Diorama (Puglia), f o l l o w t h e r i v e r (Liguria), Nòe (Sicilia), Tōru (Toscana) e Wime (Piemonte). 

Al termine delle esibizioni, una giuria specializzata decreterà il vincitore di Musica da Bere e il vincitore del Premio Live

Il programma di Musica da Bere 2021

Come da tradizione, le serate finali del concorso saranno impreziosite dalla partecipazione di ospiti speciali, che riceveranno le Targhe Musica da Bere 2021.

La Targa Musica da Bere, riconoscimento che vuole essere un tributo ad artisti che si sono contraddistinti nel panorama musicale nazionale lasciando un segno fatto di parole e suoni destinati a durare nel tempo, è stata assegnata, fra gli altri, a Manuel Agnelli (Afterhours), Samuel Romano (Subsonica), Alberto Ferrari (Verdena), Cristiano Godano  (Marlene Kuntz), Diodato, Levante, The Zen Circus.

Le Targhe Musica da Bere 2021 sono state assegnate a due band: I HATE MY VILLAGE e MINISTRI

Una scelta che vuole rimarcare l’importanza della dimensione comunitaria del fare musica, in una contingenza storica   complessa e incognita in cui l’incontro è troppo spesso precluso o, peggio, evitato. 

Sabato 11 settembre gli I HATE MY VILLAGE saranno ospiti allo Spazio Polaresco di Bergamo e riceveranno la prima Targa Musica da Bere 2021. 

La band, fondata da Adriano Viterbini (BSBE) e Fabio Rondanini (Afterhours, Calibro 35) con la stretta partecipazione di Marco Fasolo (Jennifer Gentle) e Alberto Ferrari (Verdena), ha incuriosito ed entusiasmato pubblico e critica fin dall’omonimo album d’esordio, uscito il 18 gennaio 2019 per La Tempesta International.

Dopo quasi due anni di silenzio, gli I Hate My Village sono tornati in agosto con un nuovo singolo, “Yellowblack”, l’EP “Gibbone” nuovamente a marchio La Tempesta International e un tour a cura di DNAconcerti.  

“Gibbone” porta con sé i ritmi dall’Africa, la psichedelia e note pop. Il frutto di questo mix straordinario è, ancora una volta, un suono che rispecchia la continua voglia di contaminarsi e ampliare il proprio registro creativo. Un suono affascinante quanto suggestivo e decisamente travolgente capace di unire mondi apparentemente lontani che in I Hate My Village sembrano coesistere da sempre. 

Domenica 12 settembre i MINISTRI riceveranno la seconda Targa Musica da Bere 2021 sul palco dello Spazio Polaresco di Bergamo. 

“E già che passiamo, ci infiliamo qualche canzone in acustico per festeggiare” ha annunciato dai propri canali social la band di Federico Dragogna,  Davide “Divi” Autelitano e Michele Esposito. 

L’assegnazione della Targa Musica da Bere 2021 ai Ministri è innanzitutto un omaggio al loro straordinario percorso musicale. 

Una cellula rock anomala nata e cresciuta negli anni zero, dall’esordio con “I Soldi Sono Finiti” del 2006 sino all’ultimo EP uscito lo scorso maggio, “Cronaca Nera e Musica Leggera” (Woodworm/Universal), lavoro con il quale sono tornati con tutta la forza che la loro musica ha sempre regalato, uno schiaffo emotivo e coinvolgente. Canzoni per reagire, come un pugno nello stomaco o come un’esortazione al domani. 

Appuntamento quindi per sabato 11 e domenica 12 settembre allo Spazio Polaresco di Bergamo

Le serate sono ad ingresso gratuito, obbligatoria l’esibizione del Green Pass per accedere all’area dei concerti.

Gli I Hate My Village ospiti della 1ª serata di Musica da Bere 2021

Una scelta che vuole rimarcare l’importanza della dimensione comunitaria del fare musica, in una contingenza storica complessa e incognita in cui l’incontro è troppo spesso precluso o, peggio, evitato.

Come da tradizione, le serate finali del concorso saranno impreziosite dalla partecipazione di ospiti speciali, che riceveranno le Targhe Musica da Bere 2021: riconoscimento che vuole essere un tributo ad artisti che si sono contraddistinti nel panorama musicale nazionale lasciando un segno fatto di parole e suoni destinati a durare nel tempo. Negli anni è stata assegnata, fra gli altri, a Manuel Agnelli (Afterhours), Samuel Romano (Subsonica), Alberto Ferrari (Verdena), Cristiano Godano  (Marlene Kuntz), Diodato, Levante, The Zen Circus.

Sabato 11 settembre gli I HATE MY VILLAGE saranno ospiti allo Spazio Polaresco di Bergamo e riceveranno la prima Targa Musica da Bere 2021. 

La band, fondata da Adriano Viterbini (BSBE) e Fabio Rondanini (Afterhours, Calibro 35) con la stretta partecipazione di Marco Fasolo (Jennifer Gentle) e Alberto Ferrari (Verdena), ha incuriosito ed entusiasmato pubblico e critica fin dall’omonimo album d’esordio, uscito il 18 gennaio 2019 per La Tempesta International.

Dopo quasi due anni di silenzio, gli I Hate My Village sono tornati in agosto con un nuovo singolo, “Yellowblack”, l’EP “Gibbone” nuovamente a marchio La Tempesta International e un tour a cura di DNAconcerti.  

“Gibbone” porta con sé i ritmi dall’Africa, la psichedelia e note pop. Il frutto di questo mix straordinario è, ancora una volta, un suono che rispecchia la continua voglia di contaminarsi e ampliare il proprio registro creativo. Un suono affascinante quanto suggestivo e decisamente travolgente capace di unire mondi apparentemente lontani che in I Hate My Village sembrano coesistere da sempre. 

Ai Ministri la Targa Musica da Bere 2021

Le serate finali di Musica da Bere 2021, il concorso per band e artisti solisti autori ed esecutori di brani originali di propria composizione, andranno in scena i prossimi 11 e 12 settembre allo Spazio Polaresco di Bergamo

I 6 finalisti della dodicesima edizione di Musica da Bere che si esibiranno sul palco bergamasco, selezionati tra 550 iscritti provenienti da tutta Italia, sono: dellacasa maldive (Lombardia), Diorama (Puglia), Nòe (Sicilia), Tōru (Toscana), f o l l o w t h e r i v e r (Liguria) e Wime (Piemonte). Al termine dei live una giuria specializzata selezionerà il vincitore di MdB e il vincitore del Premio Live 2021

Come da tradizione oltre all’esibizione dei finalisti del concorso, durante le serate finali, verranno conferite le Targhe Musica da Bere 2021, riconoscimento che vuole essere un tributo a chi si è contraddistinto nel panorama musicale nazionale lasciandovi il proprio segno fatto di parole e suoni destinati a durare nel tempo.  Negli anni hanno ricevuto la Targa MdB artisti come Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Calibro 35, Cristina Donà, Manuel Agnelli (Afterhours), Samuel Romano (Subsonica), Diodato, Alberto Ferrari (Verdena), The Zen Circus e molti altri. 

La prima Targa 2021 sarà assegnata ai MINISTRI che la riceveranno Domenica 12 settembre allo Spazio Polaresco di Bergamo.

Domenica 12 Settembre allo Spazio Polaresco di Bergamo i MINISTRI riceveranno la Targa Musica da Bere 2021.  Dopo essere stato membro della giuria del nostro concorso durante la decima edizione in Latteria Molloy, Federico Dragogna torna a trovarci insieme a Davide “Divi” Autelitano e Michele Esposito.

Un riconoscimento che vuole essere un sentito omaggio al loro straordinario percorso musicale: una cellula rock anomala nata e cresciuta negli anni zero, dall’esordio con “I Soldi Sono Finiti” del 2006 sino all’ultimo Ep uscito lo scorso maggio “Cronaca Nera e Musica Leggera” (Woodworm/Universal), lavoro con il quale sono tornati con tutta la forza che la loro musica ha sempre regalato, uno schiaffo emotivo e coinvolgente.
Canzoni per reagire, come un pugno nello stomaco o come un’esortazione al domani.

Si sono esibiti con i Coldplay, i Foo Fighters, i Subsonica e moltissimi altri. Hanno collaborato con Caparezza, Afterhours, Mauro Pagani, con i registi più all’avanguardia e alcuni tra i migliori producer, da Gordon Raphael (Strokes) a Sylvia Massy (Johnny Cash, System Of A Down) passando per Tommaso Colliva e Taketo Gohara. Hanno collezionato oltre 500 concerti, dai centri sociali degli inizi ai sold-out nei superclub e ai grandi festival, e i loro brani su Spotify sono stati ascoltati oltre 25 milioni di volte.  

E se il loro “Cronaca Nera e Musica Leggera” è come un saggio mai scritto non vediamo l’ora di leggerne il prossimo capitolo!

Vi aspettiamo Domenica 12 Settembre a Bergamo allo Spazio Polaresco.

A breve il programma completo e tutte le informazioni sulla 12ª edizione. Tutte le norme di sicurezza saranno rigorosamente rispettate. Posti limitati. Ingresso gratuito con prenotazione e Green Pass obbligatori per accedere all’area live.
Musica da Bere è organizzata dall’Associazione Culturale Il Graffio con la collaborazione di Spazio Polaresco, Doc Servizi, KeepOn Live, IndieBox Music, Anfiteatro del Venda, Coopera Village, Diluvio Festival, Farcisentire Festival, Germi Luogo di Contaminazione, Musicastrada Festival, Reload Sound Festival e Rock sul Serio.


I finalisti di MdB 2021, 12ª edizione del contest musicale per musicisti emergenti

Musica da Bere, contest musicale dedicato a band e artisti emergenti che propongono un repertorio originale, entra nel vivo annunciando i nomi dei 6 artisti selezionati per accedere alle fasi finali tra 550 band e artisti provenienti da tutta Italia. 

Le iscrizioni al concorso si sono chiuse il 13 giugno con 550 iscritti tra band e artisti solisti provenienti da tutta Italia, nuovo record che conferma Musica da Bere come uno dei principali contest nazionali rivolti agli artisti emergenti, che nei suoi 12 anni di storia, ha coinvolto complessivamente oltre 4.000 giovani musicisti.  Terminata la prima fase di selezione, questi i nomi dei 6 finalisti della dodicesima edizione di Musica da Bere che si esibiranno durante le serate finali:

DELLACASA MALDIVE (Lombardia) 

DIORAMA (Puglia)

F O L L O W T H E R I V E R (Liguria)

NÒE (Sicilia)

TŌRU (Toscana)

WIME (Piemonte)

“Il lavoro di selezione dei 6 finalisti, tra le 550 proposte artistiche ricevute, è stato attento e puntuale” dichiara il direttivo dell’Associazione Culturale Il Graffio “ogni anno è un compito sempre più arduo dato l’alto livello e la notevole varietà delle proposte. Non possiamo far altro che ringraziare di cuore tutti i partecipanti e rinnovare i nostri complimenti ai 6 artisti selezionati per le finali del contest”.  

Le serate finali di Musica da Bere si terranno i prossimi 10 e 11 settembre, allo Spazio Polaresco di Bergamo, che per il secondo anno sarà casa delle finali del concorso. 

Le serate finali di Musica da Bere si terranno i prossimi 10 e 11 settembre, allo Spazio Polaresco di Bergamo, luogo di sperimentazione e aggregazione in gestione da giugno 2019 a Doc Servizi Soc. Coop, che sarà per il secondo anno, grazie alla rinnovata collaborazione, casa delle finali del concorso, mettendo a disposizione i suoi spazi e il suo splendido parco. 

Alle esibizioni dei finalisti, si affiancheranno concerti e showcase di artisti di rilevanza nazionale cui verranno conferite le Targhe Musica da Bere 2021, riconoscimento attribuito negli anni a Brunori Sas, Manuel Agnelli, Levante, Diodato, The Zen Circus, Alberto Ferrari, Edda, Gio Evan, Eugenio in via di Gioia e molti altri.

Durante le due serate finali una giuria specializzata selezionerà il vincitore di Musica da Bere 2021 e il vincitore del Premio Live MdB 2021. Il vincitore di Musica da Bere si aggiudicherà un premio in denaro complessivo di 2.500 Euro e la possibilità di esibirsi sul palco di 4 Club / Festival tra i partner di MdB 2021. Avrà inoltre la possibilità di usufruire di una giornata gratuita negli studi di IndieBox Music Hall a Brescia, struttura fondata da IndieBox Music che riunisce i vari campi di competenza del mondo discografico.  Il vincitore del Premio Live si aggiudicherà un premio in denaro complessivo di 1.500 Euro e la possibilità di esibirsi sul palco di 6 Club / Festival tra i partner di MdB 2021.

I Club / Festival Partner di MdB 2021 sono: Anfiteatro del Venda (Galzignano Terme, Padova), Coopera Village (Noci, Bari), Diluvio Festival (Ome, Brescia), Rock sul Serio (Villa di Serio, Bergamo) e alcuni Club / Festival associati a KeepOn Live, l’associazione di categoria dei Club/Festival Italiani, che selezionerà altri due palchi che si andranno ad aggiungere a quelli di Germi Luogo di Contaminazione (Milano), Farcisentire Festival (Scisciano, Napoli), Musicastrada Festival (festival itinerante nelle province di Pisa e Livorno) e Reload Sound Festival (Biella).

Prossimamente verranno resi noti i nomi degli ospiti e delle Targhe che saranno assegnate durante la rassegna, i componenti della giuria specializzata e il programma completo della due giorni. 


Conosciamo meglio i finalisti di Musica da Bere

dellacasa maldive - Finalista Musica da Bere 2021, contest per musicisti emergenti

DELLACASA MALDIVE (Lombardia) 

dellacasa maldive è il progetto di musica italiana di Riccardo Dellacasa, polistrumentista classe 1991. I trascorsi ultradecennali sul palco, insieme a Wemen, Emmanuelle e Verano, hanno contribuito a un consapevole processo di ricerca stilistica che, applicandosi alla forma-canzone, guarda con decisione oltre i confini nazionali. Il risultato è un incontro tra elettronica, psichedelia e lo-fi. Musica da cantare e ballare. Il nuovo album è in arrivo il prossimo autunno, seguito dell’esordio “Amore Italiano”, mixato da Marco Fasolo dei Jennifer Gentle e uscito per La Valigetta nel 2019. Grafiche e immaginario sono opera di Davide Bezier, bassista di dellacasa maldive che completa la propria line up dal vivo con il metronomo Dario Canepa alla batteria ed Emanuele Morena a chitarra e tastiere. 


Diorama - Finalista Musica da Bere 2021, contest per musicisti emergenti

DIORAMA (Puglia) 

Diorama, al secolo Matteo Franco, è un giovane cantante, autore e produttore originario della Puglia. Spende gli anni della formazione studiando pianoforte classico in conservatorio per poi innamorarsi dei miti del rock degli anni 70 e 80, nutre la sua sound palette con influenze che spaziano dalla fusion all’R&B, dal mainstream pop alla musica dance. Nell’aprile 2020 pubblica il suo album di debutto “Prima Che Sia Mattina”, una rappresentazione completa del range creativo e del potenziale di Diorama. Il suo catalogo dimostra una naturale inclinazione agli incisi pop da top di classifica ma anche una vena poetica intimista e un sound sperimentale.


Followtheriver - Finalista Musica da Bere 2021, contest per musicisti emergenti

F O L L O W T H E R I V E R (Liguria) 

f o l l o w t h e r i v e r è il moniker di Filippo Ghiglione. Incastrato da qualche parte fra Bon Iver, RY X e Apparat. Canzoni come piccoli mondi, in bilico fra il calore delle coperte la domenica mattina e il rumore degli alberi che scorrono al di là del finestrino, in autunno. f o l l o w t h e r i v e r è stato molte cose nel corso degli anni. Un collettivo audiovisivo. Un rehab dopo una storia finita. Un gruppo di amici in una piccola casa nel cuore delle montagne. Lo spazio da riempire fra una chitarra elettrica e i beats elettronici cupi e profondi. Ora è l’astronave con cui Filippo viaggia per esplorare, capire e infine raccontare le sue canzoni. Davanti a un futuro ignoto, rimane la certezza di nuove cose da scoprire che meritano di essere raccontate, sempre e comunque con la musica al centro di tutto.


Nòe - Finalista Musica da Bere 2021, contest per musicisti emergenti

NÒE (Sicilia) 

Nòe è una cantautrice siciliana, trapiantata a Milano. Il suo progetto nasce nel 2016 pubblicando il primo singolo “Non lo so” seguito da un Ep autoprodotto.  Da busker in giro per l’Italia all’Arena di Verona premiata dal Festival Show. Riceve altri premi come Musica Controcorrente, Bianca D’Aponte e Donida. In seguito pubblica due singoli con l’etichetta Nufabric “La vita è bellissima” e “Camomilla”. Suona a diversi festival come il Meeting del mare, Musicultura, Farcisentire, Indiemood, Sofar, Reset Festival, Buscaglione e altri. “Farei anche un figlio” è il suo ultimo singolo, prodotto da Fabio Gargiulo e pubblicato da Freecom Music. Questo brano segna l’inizio di un nuovo progetto dove sonorità elettroniche si mescolano a influenze classiche e folk.


Toru - Finalista Musica da Bere 2021, contest per musicisti emergenti

TŌRU (Toscana) 

Tōru è il nome d’arte di Elia Vitarelli, toscano, classe 1993. Dopo la precedente esperienza musicale con i “Fiori di Hiroshima” decide di dedicarsi ad un nuovo progetto che nasce da una più profonda esigenza individuale di esprimersi confrontandosi direttamente con la propria interiorità. Grazie all’uso del computer, si avvicina ad una dimensione elettronica che gli permette di trovare un giusto compromesso tra arrangiamenti caratterizzati da sonorità moderne e uno stile che allo stesso tempo mantenga al centro dell’attenzione una forma canzone comunicativa e concettuale. Il 27 Settembre 2019 esce il suo primo singolo “Soli” per Pulp Dischi , premiato poi con il premio GiovaniSì durante l’edizione del Rockcontest 2019. Il 28 Febbraio 2020 esce, per Pulp Dischi/Artist First , l’album di esordio “Domani”.


Wime - Finalisti Musica da Bere 2021, contest per musicisti emergenti

WIME (Piemonte)

Wime è un progetto di David Veronesi, con Roberta Brighi, Elisa Lomazzi, Edoardo Sansonne, Sebastiano Sempio, Giulio Tosatti, Alessandro Borgini. Wime è un flusso, una sensazione in continuo mutamento. Ogni canzone in Wime è una confessione, ogni confessione è il tentativo di perdonarsi, con la ferma convinzione che sia l’errore a renderci unici, in un mondo fra l’onirico ed il reale, dove ogni cosa è un dubbio ed ogni risposta genera altre domande. L’uscita del primo Ep “LoOser ha permesso alla band di essere selezionata come best band ad Arezzo Wawe, con la possibilità di calcare il palco dell’Ariston e l’apertura a Giorgio Poi durante lo Smog tour. Dopo la partecipazione a XFactor 2020, la band pubblica il primo singolo in italiano ViaDiQui.

500+ gli iscritti alla 12ª edizione del concorso

Le iscrizioni al concorso si sono chiuse il 13 giugno con 550 iscritti tra band e artisti solisti provenienti da tutta Italia, nuovo record che conferma Musica da Bere come uno dei principali contest nazionali rivolti agli artisti emergenti, che nei suoi 12 anni di storia, ha coinvolto complessivamente oltre 4.000 giovani musicisti. 

Entro il 9 agosto i nomi dei 6 finalisti

Al termine della prima selezione attualmente in corso, entro il 9 Agosto 2021, verranno annunciati i nomi dei 6 finalisti che potranno accedere alla fase finale del contest.  Le serate finali di Musica da Bere si terranno i prossimi 10 e 11 settembre, allo Spazio Polaresco di Bergamo, luogo di sperimentazione e aggregazione in gestione da giugno 2019 a Doc Servizi Soc. Coop, che sarà per il secondo anno, grazie alla rinnovata collaborazione, casa delle finali del concorso, mettendo a disposizione i suoi spazi e il suo splendido parco. 

Come da tradizione alle esibizioni dei 6 finalisti del concorso si affiancheranno quelle di alcuni ospiti, che saranno annunciati nel corso dell’estate, che riceveranno le Targhe Musica da Bere 2021. 

Durante le due serate finali una giuria specializzata selezionerà il vincitore di Musica da Bere 2021 e il vincitore del Premio Live MdB 2021

I premi in palio

Il vincitore di Musica da Bere si aggiudicherà un premio in denaro complessivo di 2.500 Euro e la possibilità di esibirsi sul palco di 4 Club / Festival tra i partner di MdB 2021.Avrà inoltre la possibilità di usufruire di una giornata gratuita negli studi di IndieBox Music Hall a Brescia, struttura fondata da IndieBox Music che riunisce i vari campi di competenza del mondo discografico. 

Il vincitore del Premio Live 2021, si aggiudicherà un premio in denaro complessivo di 1.500 Euro e la possibilità di esibirsi sul palco di 6 Club / Festival tra i partner di MdB 2021.

I festival partner di Musica da Bere

I Club / Festival Partner di MdB 2021 sono: Anfiteatro del Venda (Galzignano Terme, Padova), Coopera Village (Noci, Bari), Diluvio Festival (Ome, Brescia), Rock sul Serio (Villa di Serio, Bergamo) e alcuni Club / Festival associati a KeepOn Live, l’associazione di categoria dei Club/Festival Italiani, che selezionerà altri due palchi che si andranno ad aggiungere a quelli di Germi Luogo di Contaminazione (Milano), Farcisentire Festival (Scisciano, Napoli), Musicastrada Festival (festival itinerante nelle province di Pisa e Livorno) e Reload Sound Festival (Biella)

Nelle passate edizioni, il contest ha premiato band e artisti del calibro di La Rappresentante di Lista, Iosonouncane, I’m not a Blonde, Her Skin, Ettore Giuradei, Nervi e molti altri.  

Chi saranno i vincitori di Musica da Bere 2021?